27 mag

C'ero, ci sono e ci sarò

Ti è mai capitato di vivere le tue giornate con una sensazione di benessere perenne?


A me spesso, soprattutto quando so che mi sta per accadere qualcosa che ho sempre desiderato, qualcosa a cui ho dedicato tempo e accortezze.


Amo scrivere, lo faccio da quando ero una ragazzina, perché?


Perché era l'unico modo per interagire con il mondo che mi circondava, esprimendo tutta la mia anima, che fino all’età di 14 anni era avvolta in un corpo di 80 kg.


Eh si! Proprio così, ero una ragazzina “giunonica" e per giunta, avendo la cifosi lombare, portavo un busto correttivo, che mi ha resa protagonista di tutte le giornate dei miei compagni di classe: “toc toc” chi è? 


Poi un giorno da bruco sono diventata farfalla, ma di questo ti parlerò in un altro momento. 


Per me scrivere è l'unico modo per conoscere me stessa e per farmi conoscere dagli altri. È empatia immediata.


Le parole se scritte abbattono tutti i “muri", creano immedesimazione e in modo semplice come magia sei nella vita di chi ti legge e lui nella tua.


Tutto questo per raccontarti che quando a novembre scorso la mia azienda WIse DIalog  BAnk, mi ha chiesto un contributo per il libro: " La storia dell'ingegnere che parlava con un pesce rosso" io c'ero.


Da quel momento ho vissuto le mie giornate con una sensazione perenne di calore nel cuore. Un abbraccio durato ore, giorni, mesi. Oggi finalmente il sogno è realtà, ci sono.


Sono coautore del libro, che racconta la storia della mia banca e a farlo siamo noi consulenti e dipendenti, persone che ogni giorno la vivono, la crescono, la ascoltano, la coccolano, come una loro creatura.


Maria Grazia Larossa c'ero, ci sono e ci sarò con Antonio Troilo collega in Widiba

   

Sì! Proprio così, Widiba è la banca che non c'era, è la banca fatta di persone per le persone.


Appena nelle mie mani l'ho letto tutto di un fiato. È meraviglioso entrare nella vita delle persone attraverso la porta del "cuore". Ho conosciuto l’anima dei miei colleghi e ne ho "riconosciuto" l’unicità.


Bisogna puntare a una nuova forma geometrica (di banca): la sfera. Sostenibile, agile, moderna, attuale, efficace ed efficiente. Piccola per dimensione e grande per ambizioni” (cit. Andrea Cardamone CEO Widiba).


Sono felice, so di poter continuare ad affiancarmi alle persone e accompagnarle lungo il percorso del ben-essere, perché alle mie spalle ho un’azienda nata dall’ascolto e disposta ad agire nell’interesse delle persone.


Allora cosa aspetti, corri alla Feltrinelli: "Cronaca Pop di Widiba" attende te, io ci sarò.


Ah…potrai leggermi a pagina 61 

Per saperne di più su di me e sulla nostra, mia, tua Widiba contattami.


#umanizzatricedellafinanza #semplicecomemagia


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE